Harimoto non può prendersi il mondo in spalla

L’asso giapponese campione uscente è infortunato e rinuncia alla sfida mondiale a Riva del Garda: al suo posto Yukiya Uda, pronostici completamente riaperti

22 novembre 2017

Tomokazu Harimoto non figurerà ai nastri di partenza dei Campionati Mondiali Juniores 2017. A pochi giorni dall’avvio della rassegna iridata di Riva del Garda, in programma presso il Centro Fieristico della Baltera dal 26 novembre al 3 dicembre, una notizia disattesa per la Federazione Giapponese e l’intero movimento pongistico giovanile, nonché per tifosi e appassionati che da ogni angolo del mondo si stanno riversando nel Garda Trentino.

Harimoto, che nella precedente edizione di Città del Capo (Sudafrica) del 2016 si laureò come il più giovane campione mondiale juniores a soli 13 anni, reduce dall’eliminazione negli ottavi di finale nel World Tour Open in Svezia, ha accusato dei problemi alla spalla che hanno indotto il suo staff a propendere per la rinuncia. Il giovane campione è stato fatto rientrare d’urgenza in Giappone per prestargli le cure del caso.

Al suo posto, la Federazione Giapponese ha convocato il 16enne Yukiya Uda (n°12 del ranking ITTF di settembre), un altro talento che avrà l’opportunità di salire alle luci della ribalta mondiale. Uda farà coppia nel doppio con Yuta Tanaka; due classe ‘99 comporranno invece l’altro tandem nipponico: Yuto Kizukuri e Masaki Takami. A Riva del Garda mancherà quindi il campione in carica, ma non di certo le emozioni, lo spettacolo e quella adrenalinica dose di imprevedibilità: anche perché senza l’asso giapponese tutti i pronostici diventano molto più incerti.

Lorenzo Falangone

Photo: Yukiya Uda & Tomokazu Harimoto
Credits: International Table Tennis Federation